Notizie

Festa dell'Oasi 2013

Festa dell'Oasi 2013

ven, 17 mag 2013

Ecco il programma della festa dell'Oasi 2013!

Programma Festa Oasi, Guardiaregia 19 maggio 2013:
• Ore 9,15 – Lezione ed escursione di Nordic Walking: attività sportiva di camminata nordica con i bastoncini. - In collaborazione con l’Associazione Nordic Walking Pietrelcina.
• Ore 9,30 – “Pedalata verde nell’Oasi”: in mountain bike verso i Tre Frati (Lunghezza percorso 8 km A/R – Durata 2,30 h A/R – Difficoltà media)-Raduno presso la Fontana di Collemacchio a Guardiaregia.
• Ore 10-11-12 – Visite guidate sul Sentiero natura San Nicola
• Ore 11 – “Il gioco dell’ecosistema”: imparare la natura giocando (Bambini 6-12 anni)
• Ore 12,30 – Liberazione rapaci  - Animali recuperati presso il Centro recupero rapaci del Corpo Forestale dello Stato di Pescara.
• Dalle ore 13 - “Pizze e Focacce all’Oasi” in collaborazione con il Forno a legna “Anna Giannantonio”
• Ore 15,00 –  “Musica nella natura”: piccolo concerto sul sentiero natura con zampogne, percussioni e ciaramelle
• Ore 16,00 - “Il monaco erborista”: escursione sul sentiero natura alla ricerca di erbe officinali e commestibili, con piccolo laboratorio finale per l’estrazione delle essenze. - In collaborazione con l’Associazione Antichiterrae Molise Pro-Natura di Castel S.Vincenzo (IS).
• Ore 9,30-18 – Mostra fotografica “Natura e paesaggi dell’Oasi”
• Ore 9,30-18 – Stand espositivo e divulgativo di piantine tartufigene del Centro di produzione di Campochiaro. - In collaborazione con l’Ass. Agricoltura e Foreste Regione Molise
• Ore 9,30-18 – Distribuzione piantine autoctone del vivaio di Campochiaro- In collaborazione con l’Ass. Agricoltura e Foreste Regione Molise
INFO WWF FESTA OASI: 087492247 — 3494995926

... »apri

I russi contro l'autostrada nella foresta russa

I russi contro l'autostrada nella foresta russa

mer, 25 apr 2012

Evgenia Chirikova l'eroina della  foresta di Khimki, ha vinto il Premio Goldman, considerato il "Nobel alternativo" per l'ambiente. Nota come "polmone verde di Mosca", i 2,500 ettari di parco protetto della foresta di Khimki si trova nella periferia nord di Mosca. L'antica foresta offre riparo a una abbondante fauna selvatica, che include anche specie minacciate, oltre ad assorbire l'inquinamento in una zona di forte inurbamento. Nel 2007, il governo russo ha annunciato il progetto di costruzione di una strada che collega Mosca e San Pietroburgo. Senza coinvolgere i cittadini, il governo ha scelto un percorso che avrebbe tagliato in due la foresta di Khimki, ignorando un'alternativa che avrebbe lasciato intatta la foresta. In realtà, il percorso proposto è più vantaggioso, perchè permette di sfruttare il legno, e serve aree di edilizia di lusso.

Il clima di corruzione in cui si è sviluppato il progetto è emerso quando nel 2009 Putin ha firmato un decreto che altera lo status della foresta protetta, proprio per avviare i lavori. Lo stesso anno, il governo ha firmato un contratto da 8 miliardi di dollari (quella del Molise 3,5 miliardi di euro) con l'impresa francese di costruzione Vinci, i cui partner russi sono sono da tempo sostenitori del primo ministro.

La giovane madre Evgenia Chirikova si era trasferita nella periferia settentrionale di Mosca proprio perché le figlie potessero godere dell'oasi di Khimki, dove la giovane famiglia ha goduto delle passeggiate nella quiete della foresta.
Ma nel 2007, in una di queste passeggiate con la sua figlia maggiore, la Chirikova ha scoperto alberi contrassegnati con una "X" rossa che le marchia per l'abbattimento. Sapendo che si trattava di una foresta protetta, la Chirikova è rimasta scioccata dal progetto di autostrada attraverso la foresta. Senza alcuna esperienza organizzativa, la Chirikova lasciato il suo lavoro... »apri

Comitato contro l'autostrada e l'aeroporto nel Molise

Comitato contro l'autostrada e l'aeroporto nel Molise

mar, 28 feb 2012

"Cominciamo ad organizzarci", è l'appello di Franco Valente.
E' ora di cominciare a muoversi (dalla scrivania!) e organizzarsi per andare a manifestare il disappunto dei molisani per questi SSL (Scempi a Sfondo di Lucro). Se i molisani a manifestare saranno tanti, andrà tutto liscio come l'olio nel modo più semplice e pacifico.

Attendendo un primo movimento spontaneo da parte della popolazione, chi vuole può mandare una email a Franco Valente per essere contattato per la prima assemblea del Comitato contro l'autostrada e l'aereoporto nel Molise.  Questa è l'email:

franco@francovalente.it

"Sono state avviate le procedure per il primo lotto S. Vittore-Boiano-Campobasso. Il progetto della San Vittore-Bojano–Campobasso, prevede la realizzazione di 8 gallerie naturali per una lunghezza di circa 9 km; 4 gallerie artificiali per complessivi 950 metri; 38 viadotti, per un’estensione di circa 20 Km; 5 ponti, 40 sottovia e 13 cavalcavia.

Un’autostrada che nella sostanza si sovrappone all’attuale rete stradale riducendo in maniera drastica le uscite intermedie.
Concettualmente questo progetto è l’esatta negazione del concetto di rete stradale a servizio del territorio perché l’autostrada Termoli-S.Vittore diventerà un corridoio che di fatto determinerà il definitivo isolamento del territorio.

La pretesa che questa autostrada il Molise tolga la regione da un suo presunto isolamento è pura demagogia.
Invece il Molise ha bisogno che venga messa in sicurezza l’attuale rete stradale potenziando con quattro corsie le tratte fondamentali esistenti.
La messa in sicurezza dell’esistente e il potenziamento della rete attuale non stravolgerà l’assetto del territorio e garantirà facilità di collegamento di tutti i centri urbani molisani.

Dobbiamo pretendere che il Molise venga attraversato con sufficiente rapidità e sicurezza, ma con l’obiettivo di sollecitare il rallentamento e l’interesse a fermarsi.
Chi si ferma nel Molise aumenta la sua ricchezza.
Chi lo attraversa velocemente da un capo all’altro lo inquina senza lasciare benefici.

L’aeroporto del Molise sorgerà A CAVALLO dei... »apri

Altro pericolo: Aeroporto del Matese approvato il 12-09-2011

Altro pericolo: Aeroporto del Matese approvato il 12-09-2011

lun, 6 feb 2012

La Regione ha autorizzato l'inizio della costruzione dell'aeroporto che secondo loro sorgerà nella piana di Bojano tra Cantalupo e San Massimo dopo aver scartato Sepino (delibera n.804 del 12.09.2011).

Se sarà lasciata corda a questi sporchi politici infami molisani, il rischio è che nella nostra splendida piana incorniciata dai monti del Matese, con l'aereoporto, l'autostrada a quattro corsie che gli scorrerà a poche centinaia di metri di fianco e con l'attuale strada provinciale, la superficie coperta dal catrame possa superare quella coperta dall'erba, dagli alberi, dalle case.

 

Qui il link al progetto sul sito dell'ANAS.

Qui il link al video dell'inchiesta de "Gli Intoccabili" su La7 sull'aeroporto e sull'autostrada e sui rapporti con gli infami e lerci politici molisani.

Qui il link dell'articolo sull'aeroporto del Molise scritto da Primo Numero.

Qui l'articolo de "La Stampa".

... »apri

NO all'autostrada nel Molise!

NO all'autostrada nel Molise!

ven, 3 feb 2012

Movimenti ambientalisti, persone responsabili, nonni, genitori e figli, stanno apprendendo la consapevolezza del fardello che comporterebbe la costruzione di un'autostrada nel nostro splendido Molise, delle migliaia di ettari ricoperti dalla morte nera, o catrame, degli svantaggi per gli attuali collegamenti stradali che noi tutti usiamo quotidianamente e che potrebbero essere mutilati da un'enorme lingua nera con caselli e sottopassaggi e giri lunghissimi, tutto ciò a vantaggio di un traffico maggiore, che per chi è a favore dell'autostrada porterà ad un aumento delle attività industriali. (Qui un articolo di Primo Numero sui soldi che buttiamo ancor prima del progetto).

Ebbene, qualora questa sia anche una possibilità, qualora in un momento in cui non v'è più nessuno che investe in industria se non in Polonia o Romania, chi di noi vuole davvero uno sviluppo delle attività industriali in Molise tale da giustificare la creazione di un'autostrada? Chi di noi vuole tutto ciò che ne conseguirebbe? Malattie croniche, malattie lavorative, malattie incurabili, inquinamento del suolo, dell'aria dovuto sia ai "legittimi" fumi di scarico, sia a quei rifiuti industriali di cui già nella situazione in cui siamo stati fino ad ora, s'è sentito parlare di smaltimento di rifiuti tossici in pozzi camuffati da scavi, scorie radioattive in case disabitate del centro storico.

Abbiamo avuto la fortuna di essere dimenticati dall'esplosione insensata e dannosa del miracolo italiano, e abbiamo conservato uno degli ambienti naturali, sani più estesi con minore inquinamento e industrie. Il Molise non ha bisogno nè di auto (Powertrain) nè di strade nè di autostrade, nè di altre pale eoliche o pannelli solari visto che di energia già ne produciamo molto di più di quello che consumiamo.

 

Il Molise ha bisogno di iniziative e creatività. Il Molise ha bisogno dei molisani.

... »apri


Visita Sepino!
Mercatino

NEWSLETTER

Tieniti in contatto con l´Oasi. Iscriviti alla Newsletter e riceverai gratuitamente news e aggiornamenti direttamente sulla tua casella di Posta!
NOME 
EMAIL 
P.IVA 00962000709 © Copyrights by La Ramegna srl